Abolita l’imposta di soggiorno da agosto a settembre, Del Ghingaro: “Segnale di ripartenza”

Abolita l’imposta di soggiorno da agosto a settembre, Del Ghingaro: “Segnale di ripartenza”

da VersiliaToday

Le vacanze a Viareggio costano meno: il sindaco Giorgio Del Ghingaro infatti, ha deciso di eliminare l’imposta di soggiorno per il periodo che va dal 1 agosto al 31 dicembre 2020. Ad annunciarlo è il primo cittadino: «Un provvedimento che abbiamo varato in Giunta e che passerà al vaglio del prossimo consiglio comunale – spiega –: probabilmente siamo in assoluta controtendenza rispetto alle maggiori località turistiche della Toscana, ma ritengo sia un gesto di apertura, visto il periodo difficile appena passato». Un gesto che ha risvolti economici importanti per le tasche dei turisti, soggetti su cui materialmente grava l’imposta, essendo il gestore della struttura solo responsabile della riscossione. Applicata fino a un massimo di “dieci” pernottamenti consecutivi, la misura dell’imposta viene di norma graduata e commisurata con riferimento alla tipologia delle strutture ricettive, variando ovviamente anche col variare del periodo: maggiore in alta stagione (al 1 giugno al 30 settembre) e minore in bassa, dal 1 ottobre al 31 maggio. Si va da un massimo di 5 euro per persona, a notte, ad un minimo di 0,50 per le strutture a 1 o 2 stelle, camping compresi. Va sottolineato che, nel 2019 l’incasso del 2019 ha superato il milione di euro: il periodo da agosto a dicembre, che conta due mesi di alta stagione, è quello che porta nelle casse comunali circa i 3/5 dell’imposta totale. Di norma il gestore richiede il pagamento dell’imposta di soggiorno entro il momento della partenza del soggiornante rilascia la relativa quietanza. Poi, ogni tre mesi, effettua il versamento al Comune: entro il 15 aprile per il trimestre gennaio-marzo, il 15 luglio per il trimestre aprile-giugno, il 15 ottobre per luglio-settembre e il 15 gennaio per ottobre-dicembre. «I turisti non si sentiranno più chiedere l’extra dovuto per l’imposta – continua il sindaco Del Ghingaro – e com’è ovvio, gli albergatori e tutti i titolari di strutture ricettive, non saranno tenuti al versamento relativo al periodo compreso nel provvedimento. Viareggio è entrata a pieno titolo nell’estate: le nostre spiagge sono spaziose e sicure, le strutture varie e soprattutto accoglienti. C’è voglia di ripartenza un po’ ovunque: l’estero sembra quest’anno un po’ più lontano. Viareggio è a due passi: perla del Tirreno, meraviglia della Toscana. Da oggi – conclude – anche meno cara».

Continua su: https://www.versiliatoday.it/2020/07/02/abolita-limposta-di-soggiorno-da-agosto-a-settembre-del-ghingaro-segnale-di-ripartenza/

Il Pd sosterrà Del Ghingaro

Il Pd sosterrà Del Ghingaro

da NoiTV

Il Partito Democratico sosterrà Giorgio Del Ghingaro ricandidato sindaco per Viareggio alle prossime elezioni comunali. L’accordo definitivo è stato raggiunto ieri in un incontro tra lo stesso Del Ghingaro e il commissario del Pd di Viareggio Alessandro Franchi, insieme agli esponenti della segreteria regionale e versiliese.

Il Partito Democratico sosterrà Giorgio Del Ghingaro ricandidato sindaco per Viareggio alle prossime elezioni comunali. L’accordo definitivo è stato raggiunto ieri in un incontro tra lo stesso Del Ghingaro e il commissario del Pd di Viareggio Alessandro Franchi, insieme agli esponenti della segreteria regionale e versiliese.
“Dopo una serie di incontri nelle scorse settimane in cui il Pd ha riscontrato la disponibilità e la volontà del sindaco a lavorare insieme per il futuro di Viareggio e verificato interessanti convergenze programmatiche, ieri è arrivato l’accordo che si colloca in un quadro di alleanze di forze progressiste, del centro sinistra e civiche – spiega il commissario Pd Alessandro Franchi -. Con questo accordo il Pd vuole tornare forza di governo della città e rendersi nuovamente protagonista, portando valori, identità, idee e una visione della città del futuro efficiente, sostenibile, attenta alle esigenze del sociale e dei più bisognosi, motore di sviluppo per l’intera Versilia. Il Pd da oggi sarà protagonista nei tavoli di lavoro – che dovranno promuovere una partecipazione ampia della società viareggina per la stesura del programma – partendo da ciò che il partito stesso ha proposto alla città in questi anni ma con un forte slancio verso il futuro, potendo contare a livello di risorse su un bilancio risanato dall’amministrazione Del Ghingaro anche grazie alla presa d’atto della precedente amministrazione che ebbe il senso di responsabilità e il merito di dichiarare il dissesto finanziario dopo avere ereditato dal centrodestra una disastrosa situazione contabile. In una competizione elettorale amministrativa che coincide con quella regionale, infine, l’accordo rende ancora più forte, coerente e compatto il centrosinistra a sostegno della candidatura di Eugenio Giani a presidente della Regione Toscana”.

Coronavirus: il Sindaco Del Ghingaro incontra le categorie economiche controlli a tappeto sui locali, camper e seconde case

Coronavirus: il Sindaco Del Ghingaro incontra le categorie economiche controlli a tappeto sui locali, camper e seconde case

Il sindaco Giorgio Del Ghingaro ha incontrato questa mattina i rappresentanti dell’Associazione Balneari, Marina di Levante, Rete Imprese della Passeggiata, i Centri Commerciali Naturali della Passeggiata e del Centro Città. Domani sarà la volta di Confesercenti, albergatori e Camping. Successivamente Coldiretti e Cia per le imprese agricole e Cna per gli artigiani.
Scopo degli incontri è sia quello di divulgare le informazioni di prevenzione e contenimento del virus, così come indicato dal Ministero, sia valutare le possibili ricadute economiche e sociali nel territorio.

Come si ricorderà, la scorsa settimana il sindaco aveva convocato le categorie economiche, gli operatori del settore turistico e balneare e i sindacati in merito alla situazione Coronavirus nella zona della Versilia. La riunione era stata poi annullata sulla base delle disposizioni del DPCM.

«Abbiamo illustrato i provvedimenti che adotteremo – dichiara il sindaco Giorgio Del Ghingaro -: a breve ci sarà la delibera e poi il passaggio in Consiglio comunale. In particolare la riduzione dell’addizionale Irpef dello 0,50, il posticipo del pagamento della Tari di 4 mesi e il prolungamento della Cosap, quindi la possibilità per colori che utilizzano il suolo pubblico, di averlo a titolo gratuito per 4 mesi. Misure importanti che hanno un costo per il bilancio del Comune ma anche un segnale forte che dovevamo dare a tutte le imprese e alle famiglie di Viareggio».

Nel frattempo il sindaco Giorgio Del Ghingaro, di concerto con gli altri sindaci della Versilia, ha ordinato la sospensione di tutti i mercati rionali ambulanti, dal 10 fino al 23 marzo compreso: «Un provvedimento necessario – commenta il primo cittadino – perché allo stato attuale non sussistono di fatto misure organizzative tali da garantire il rispetto del decreto presidenziale: per sua stessa natura l’accesso al mercato non può essere certo contingentato né sembra ipotizzabile evitare assembramenti di persone».

Non si terranno quindi i mercati di martedì in via Filzi, mercoledì alla Migliarina, giovedì via Fratti e viale Marconi, venerdì Torre del Lago, sabato al Marco Polo.

E poi i controlli nelle attività commerciali iniziati già dal pomeriggio di ieri: «Sono stati controllati tutti gli esercizi della Passeggiata, la polizia municipale ha consigliato il contingentamento degli ingressi: l’attività continuerà nei prossimi giorni e chi non si attiene alle prescrizioni verrà multato con sospensione dell’attività».

Controlli a tappeto anche nelle seconde case e sui camper: «Con l’anticipazione improvvida delle misure del decreto presidenziale molte famiglie si sono spostate e sono venute nelle seconde case sulla costa della Toscana. Dopo l’ordinanza del presidente Rossi che obbliga all’autodenuncia, abbiamo attivato le verifiche: in caso di situazioni di questo genere, le persone provenienti dalle zone rosse, se non l’avessero fatto spontaneamente, verranno messe in quarantena e sanzionate. Stessa cosa per i camper che sono stati controllati uno per uno».

«E’ fondamentale che ogni singolo cittadino abbia rispetto di se stesso e degli altri e si attenga alle prescrizioni fornite: distanza di un metro, lavarsi le mani ed evitare gli assembramenti – conclude il sindaco Del Ghingaro -. Non possiamo correre il rischio di mandare in tilt la struttura sanitaria: sono indicazioni semplici ma importanti che possono evitare il contagio».

Coronavirus: Nuove disposizioni che riguardano anche il nostro territorio

Coronavirus: Nuove disposizioni che riguardano anche il nostro territorio

Il Consiglio dei Ministri ha firmato stanotte un nuovo decreto per il contenimento della diffusione del virus Covid-19, che, all’articolo 2 prevede misure che riguardano l’intero territorio nazionale, quindi anche le nostre zone, e che avranno valore fino al 3 aprile.
Oltre alla chiusura delle scuole fino al 15 marzo, il nuovo decreto stabilisce alcune nuove e più stringenti limitazioni

Nel dettaglio:
– Sono sospesi i congressi, le riunioni, i meeting e gli eventi sociali in cui è coinvolto il personale sanitario o personale incaricato dello svolgimento di servizi pubblici essenziali o di pubblica utilità; è altresì differita ogni altra attività convegnistica o congressuale.
– sono sospese le manifestazioni, gli eventi e spettacoli di qualsiasi natura compresi cinema e teatri, svolti in ogni luogo sia pubblico sia privato
– sono sospese le attività di pub, scuole da ballo, sale giochi, sale scommesse e sale bingo, discoteche e locali assimilati (pena sospensione dell’attività in caso di violazione)
– chiusi al pubblico i musei e altri luoghi di cultura
– obbligo per bar e ristoranti di far rispettare la distanza interpersonale di almeno 1 metro (pena sospensione dell’attività)
– per tuti gli esercizi commerciali sia all’aperto che al chiuso, è raccomandato l’adozione di misure organizzative tali da consentire l’accesso con modalità contingentate o comunque idonee ad evitare l’assembramento di persone e da poter rispettare la distanza di sicurezza.
– l’apertura dei luoghi di culto è condizionata dall’adozione di misure tali da evitare assembramenti di persone, nel rispetto della distanza di sicurezza. Sono sospese le cerimonie civili e religiose, ivi compresi i funerali.

Raccomandazioni per tutti:
– gli anziani e i soggetti a rischio è meglio se evitano di uscire.
– limitare gli spostamenti a quelli necessari
– chi ha infezioni respiratorie e febbre (37,5) deve rimanere a casa e contattare il proprio medico curante.

Coronavirus:  il sindaco prepara provvedimenti a sostegno dei cittadini e dell’economia

Coronavirus: il sindaco prepara provvedimenti a sostegno dei cittadini e dell’economia

Posticipo della Tari, prolungamento della Cosap e riduzione dell’addizionale Irpef: sono questi i tre interventi che il sindaco Giorgio Del Ghingaro ha intenzione di portare all’approvazione del Consiglio comunale.

«Al di là delle questioni sanitarie che vengono discusse in sede Asl e Regionale – spiega il primo cittadino – come Comune abbiamo voluto riflettere sulla situazione che si è venuta a creare nell’economia del nostro territorio e abbiamo provato a mettere insieme un pacchetto di misure che agevolino tutto il mondo imprenditoriale, produttivo, commerciale e artigianale. Misure diverse, tre delle quali molto significative, che costituiscono una buona base di partenza».

Nel dettaglio verranno prolungate di 4 mesi le concessioni di suolo pubblico (Cosap), sarà posticipata la scadenza della Tari, che dal 16 giugno potrà essere pagata il 16 ottobre, e soprattutto la riduzione dello 0,50 dell’aliquota dell’addizionale Irpef.

«Con l’uscita del dissesto possiamo ridurre le tariffe e le aliquote dei tributi locali: per questo, vista la situazione, abbiamo deciso di dare una sforbiciata significativa».

Provvedimento che valgono circa 900mila euro di gettito, coperti dal bilancio comunale, parte sul 2020 e parte sul 2021.

«Qualcuno vorrebbe fare chiacchere e polemiche – conclude Del Ghingaro – noi vogliamo essere vicini ai cittadini e alle imprese con cose concrete».

Annullati eventi pubblici di iniziativa comunale

Annullati eventi pubblici di iniziativa comunale

Da oggi e fino al 3 aprile, sono annullato tutto gli eventi pubblici di iniziativa comunale: sono sospese le attività delle biblioteche, delle sale lettura, dei musei, che resteranno chiusi al pubblico.
Si raccomanda ai privati che promuovono manifestazioni ed eventi e a chi gestisce lo sport di base e attività motorie in genere, di seguire le disposizioni del decreto ministeriale consultabile anche sul sito del Comune di Viareggio.
Lavoriamo tutti insieme per ridurre al minimo il contagio del virus.
Qualsiasi informazione sarà data tramite i canali ufficiali del Comune.